home / Archivio / Fascicolo / La risposta dell'agenzia delle entrate in tema di MLBO e abuso del diritto

indietro stampa articolo indice fascicolo leggi articolo leggi fascicolo


La risposta dell'agenzia delle entrate in tema di MLBO e abuso del diritto

Paolo Torracca, Dottore Commercialista in Pisa

La Risposta è stata emessa a seguito dell’interpello avente ad oggetto una operazione di Merger Leveraged Buy Out (MLBO). L’operazione descritta è strumentale all’assunzione del controllo di diritto della società da parte del socio di minoranza e all’acquisizione di una partecipazione di rilievo da parte del general manager, non socio. L’Agenzia delle Entrate ravvisa l’Abuso del Diritto e, dopo aver rilevato il risparmio fiscale e la sua natura indebita, argomenta l’assenza di ragioni economiche e individua nel recesso societario il percorso “più naturale” per gli obbiettivi su menzionati.

PAROLE CHIAVE: MLBO - operazioni di MLBO - abuso del diritto - sostanza economica - interpello - recesso tipico - recesso atipico

The answer of the tax agency regarding an operation of MLBO and the abuse of right

The Answer has been issued following the query on an operation of Merger Leveraged Buy Out (MLBO). The described operation is directed to allow the minority shareholder to obtain the right of control of a company by acquiring the majority of the capital shares and the ge­neral manager, who didn’t own a participation, to obtain a relevant participation of the company. The Italian Tax Agency recognizes the Abuse of Right and, after identifying the fiscal relief and its undue nature, argues the absence of economic reasons and points out the shareholder withdrawal as the natural path for the purposes above mentioned.

1. La Risposta in commento (per la descrizione della fattispecie si rinvia al testo pubblicato) sembra allineata ai più recenti orientamenti dell’Agenzia delle Entrate in tema di ristrutturazione del controllo societario e merger leveraged buy out. Infatti, a partire dal 2019, l’Agenzia delle Entrate, con il Principio di Diritto n. 20 del 23 luglio 2019 e la Risposta n. 341 del 23 agosto 2019, sembra disconoscere la validità del MLBO finalizzato al riassetto del controllo della società nell’ambito del passaggio generazionale (ANTONINI-PAVESI, Rivalutazione delle partecipazioni e riorganizzazioni societarie: perplessità sulle interpretazioni dell’Agenzia, in Il Fisco, 2019, 38, p. 3707; LAUGELLI, Rivalutazione delle partecipazioni in ambito di passaggio generazionale, in Pratica Fiscale e Professionale, 2020, 13, p. 41. Più in generale sui profili antielusivi: CONTRINO, La trama dei rapporti tra abuso del diritto, evasione fiscale e lecito risparmio d’imposta, in Diritto e Pratica Tributaria, 2016, 4, p. 1406; BEGHIN, La cessione di partecipazioni affrancate e il leveraged cash out tra interpretazione della legge e abuso del diritto, in Boll. trib., 2020, 21, p. 1551). Di contro, tale impostazione non sembra del tutto coerente con quanto precedentemente espresso nella Circolare n. 6/E del 2016, già menzionata, dove l’MLBO è descritto quale strumento tipico e valido, se diretto ad un effettivo cambio di controllo della società (pur permanendo margini di incertezza con riferimento alle ipotesi in cui nella compagine risultante dall’operazione permangano “i medesimi soggetti che, direttamente o indirettamente, controllano [continua ..]

» Per l'intero contenuto effettuare il login inizio


  • Giappichelli Social