home / Ultimissime / Sanzioni e contenzioso / Legislazione e prassi / L’operatività dell’istituto ..

26/02/2021
L’operatività dell’istituto del ravvedimento operoso successivo alla notifica di un processo verbale di constatazione contenente la contestazione del reato di dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture o altri documenti di cui all’art. 2 del Decreto Legislativo 10 marzo 2000, n. 74


argomento: Sanzioni e contenzioso - Legislazione e prassi

La recente estensione alle fattispecie di cui agli articoli 2 e 3 del D.Lgs. 10 marzo 2000, n. 74 della causa di non punibilità di cui all’art. 13 del medesimo decreto, ha riproposto i dubbi operativi relativi all’utilizzo dell’istituto del ravvedimento successivo alla notifica di un processo verbale di constatazione. Alla luce di questa ulteriore modifica normativa, non appare più sostenibile quell’interpretazione di prassi amministrativa che nega l’operatività del ravvedimento nei casi di condotte fraudolente.

PAROLE CHIAVE: ravvedimento operoso - PVC - dichiarazione fraudolenta


COMMENTO

di Michele Rossi

L’art. 39, co. 1, lett. q-bis) del D.L. 26 ottobre 2019, n. 124 convertito con modificazioni dalla Legge 19 dicembre 2019, n. 157, ha esteso la non punibilità di cui all’art. 13, comma 2 del D. Lgs. 10 marzo 2000, n. 74 alle fattispecie della dichiarazione fraudolenta mediante [continua ..]

» Per l'intero contenuto effettuare il login inizio



indietro

  • Giappichelli Social