home / Ultimissime / Profili europei e Internazionali / Giurisprudenza / Considerazioni sull’ambito di ..

07/04/2021
Considerazioni sull’ambito di applicazione dell’esenzione Iva alle prestazioni sanitarie in seguito ai recenti sviluppi giurisprudenziali.


argomento: Profili europei e Internazionali - Giurisprudenza

Con la sentenza in causa C-700/17 del 18 settembre 2019, la Corte di Giustizia dell’Unione Europea ha superato la propria precedente giurisprudenza e ha allargato l’ambito di applicazione dell’esenzione Iva per le prestazioni mediche di cui all’art. 132, comma 1, lett. c) della Direttiva 2006/112. Infatti, non è ora più richiesta la sussistenza di un rapporto diretto tra medico e paziente per poter beneficiare dell’esenzione: ciò apre la possibilità anche a una clinica privata o a un laboratorio di analisi che si serva di professionisti abilitati di fatturare in esenzione al paziente, nonostante la prestazione non sia resa direttamente alla persona. Si può dire che stia assumendo un ruolo centrale lo scopo della prestazione, in quanto idoneo a segnare il confine tra le prestazioni mediche esenti e quelle assoggettate a imposizione.

» visualizza: il documento (CORTE DI GIUSTIZIA DELL’UNIONE EUROPEA (Sesta Sezione) Sent.18 settembre 2019, causa C-700/17) scarica file

PAROLE CHIAVE: - esenzioni - IVA - prestazioni sanitarie


COMMENTO

di Federica Zini

La disciplina dell’Iva, forse per la connotazione europea, forse per la sua regolamentazione articolata, desta spesso dubbi interpretativi, che aumentano se si parla del regime delle esenzioni. Le norme agevolative, difatti, rappresentano una deroga al regime ordinario del tributo, in vista [continua ..]

» Per l'intero contenuto effettuare il login inizio



indietro

  • Giappichelli Social